Compact RT45

maggio 2020 – Stabilire le priorità ponendo al centro l’efficienza è la chiave per aumentare significativamente la capacità di produzione durante il test di dispositivi e schede elettroniche in qualsiasi scenario di Robotic Process Automation (RPA). Per ottimizzare le prestazioni e la produttività, i sistemi di test devono essere in grado di sfruttare al meglio le potenzialità dell’architettura hardware e software disponibili, implementando nuove tecniche di programmazione parallela.

Tipicamente, quando si fa riferimento al test di più dispositivi elettronici contemporaneamente, si immagina un sistema di test e di validazione automatizzato che condivide un set di apparecchiature hardware su più socket. Questa scelta comporta sicuramente diversi vantaggi dal punto di vista dello sfruttamento delle risorse, in quanto l’hardware utilizzato sarà attivo durante la maggior parte del tempo di test.

Ma cosa succede quando è necessario un intervento di manutenzione preventiva o straordinaria su un sistema di test multi-JOB? La corretta gestione delle tecniche di manutenzione comporta la costruzione di un piano di manutenzione preventiva che però annulla la produttività del sistema durante i tempi di fermo macchina. Per ovviare a questo inconveniente, si può adottare una nuova forma di parallelismo: il “parallelismo modulare”; la soluzione proposta è un’isola di test che presenta al suo interno sistemi modulari particolarmente adatti al test ICT e alla programmazione On Board (OBP) di schede PCB.

Si consideri anzitutto un esempio: si propone di acquistare quattro sistemi single-job con footprint ridotto al posto di un sistema di test 4-job. Ne consegue che il throughput rimane invariato. Si potrebbe pensare ad un passo indietro rispetto al progresso tecnologico del test parallelo, ma l’idea nasce dalla definizione di modularità e di docking station. Una docking station è una piattaforma hardware dotata di interfacce di connessione e di periferiche che permette – ad esempio un computer portatile – di essere utilizzato come un desktop computer. Lo stesso concetto viene applicato al sistema a tavola rotante Compact RT-45 next series: che, sfruttando la soluzione a tavola rotante per mascherare i tempi di carico/scarico del d.u.t. e con una larghezza di soli 45 centimetri, è equipaggiato di una docking station ancorata al pavimento dell’impianto di produzione. Questo permette di collegare facilmente il sistema di collaudo alla linea, senza dover gestire le connessioni dei cavi di alimentazione e dei connettori delle periferiche.

In un contesto produttivo, i sistemi Compact RT-45 next series possono comporre un’isola di test automatizzata attraverso l’utilizzo di robot antropomorfi (vedi figura sotto). La necessità di gestire e monitorare i sistemi da remoto, ha premesso a Seica di sviluppare VIVA LINK: un’architettura client-server che permette di coordinare a distanza tutti i sistemi presenti nell’isola di test. Attraverso VIVA LINK è possibile gestire la configurazione e la sincronizzazione remota ed è possibile aggiornare il software e le applicazioni contemporaneamente su ciascuna stazione di test.

La prima conseguenza economica che deriva dall’ utilizzo del Compact RT-45 next series è una riduzione dei costi in termini di risorse umane esperte coinvolte. Inoltre, tornando al punto di partenza, in caso di manutenzione preventiva o straordinaria, l’operatore addetto estrae dall’isola di test un solo sistema alla volta. Ne consegue che, grazie alla modularità di questo sistema, durante i tempi di fermo macchina, la produttività viene ridotta del 25% e non del 100% come nel caso di una stazione 4-JOB. Lo stesso discorso vale per la validazione di una nuova fixture: è sufficiente estrarre dalla linea un solo sistema.

Un ulteriore argomento a favore di questa soluzione, è rappresentato dalla sempre più frequente necessità di testare i circuiti stampati dopo il delicato processo di depaneling affinché l’elettronica possa seguire, nella sua progettazione, le forme geometriche dei package che la contengono. Un’ isola di test dotata di diversi moduli Compact RT-45 next series, rappresenta la soluzione migliore per questa nuova esigenza.